Elezioni regionali Toscana: aiutaci a diffondere il nostro programma!

COORDINAMENTO DONNE ITALIA DEI VALORI DONNE TOSCANA

Il coordinamento donne Italia dei Valori Toscana intende sostenere, e condividere insieme alle altre forze politiche, nell’ambito delle tematiche affrontate nell’ultimo anno di attività, dopo un confronto con associazioni di donne e di cittadine toscane, una cornice programmatica di proposte per il prossimo quinquennio di governo regionale.

Proposta n. 1 Reddito Minimo di solidarietà PER DONNE VITTIME DI VIOLENZA e altre agevolazioni

Istituzione di un reddito minimo di solidarietà  a tutela delle donne vittime di violenza maschile, ed un’altra serie di agevolazioni, attraverso fondi del bilancio statale e regionale, sull’esempio di forme di reddito sociale esistenti e previste in tutta Europa, e per quanto riguarda l’Italia, sull’esempio della Regione Umbria (proposta di legge attualmente in discussione).IL REDDITO MINIMO DI SOLIDARIETA’da erogarsi a donne che hanno subito violenza sessuale, maltrattamenti fisici e psicologici, fenomeni di persecuzione, abusi e minacce, molestie e ricatti a sfondo sessuale, in tutti gli ambiti sociali, a partire da quello familiare, dovrà essere non tassabile e avere durata illimitata, fino al miglioramento delle condizioni economiche, attraverso il reinserimento lavorativo. Tale reddito consentirà alle donne vittime delle fattispecie di cui sopra, di emanciparsi dal punto di vista della sopravvivenza economica, e di allontanarsi dal luogo delle violenze .Proponiamo altresì che le donne vittime di violenza possano usufruire di:

Sanità: esenzione totale del ticket (prestazioni del Sistema Sanitario Nazionale gratuite, comprese le cure dentistiche, visite specialistiche ed esami oculistici )

Casa:priorità nelle liste di assegnazione delle case di edilizia pubblica, sia in presenza di figli minori che single.

Scuola: mensa scolastica gratuita per tutto il percorso scolastico-dalla scuola materna alla scuola elementare- libri gratuiti per i figli iscritti alle scuole medie, latte artificiale gratis per donne incinte.

Aiuti finanziari aggiuntivi non tassabili per i familiari a carico affetti da: ritardi mentali o autismi , malati cerebrali permanenti, disturbi fisici e mentali, anche dovuti all’invecchiamento, con bisogno di aiuto esterno.

Formazione professionale: promozione dei percorsi di reinserimento lavorativo

Inserimento professionale: Inserimento delle donne vittime di violenza maschile in graduatorie speciali – per persone svantaggiate – per l’accesso alle professioni in lavori di pubblica utilità, priorità nella scelta delle candidature nelle fasi di selezione del personale per bandi relativi a incarichi presso enti e istituzioni pubbliche, per progetti di breve, media e lunga scadenza o per contratti a tempo determinato.

Istituzione di uno sportello unico per le donne vittime di violenza maschile con sede regionale, che operi in accordo ai centri per l’impiego, con specifica relazione allo sportello donna, alle aziende sanitarie, alle istituzioni scolastiche, ai centri antiviolenza, alle forze dell’ordine, all’imprenditoria locale, etc, con funzioni di raccolta e divulgazione di informazioni e di mediazione tra le parti in favore delle donne vittime di violenza maschile.

Attivazione di un servizio di supporto a donne vittime di violenza maschile di nazionalità straniera, con o senza il permesso di soggiorno, affinchè abbiano accesso alla sanità, a possibilità di reinserimento lavorativo etc etc e siano tutelate dal diritto di asilo ( va bene chiamarlo cosi?-oppure in base all’art. 18), se vittime di violenza maschile fuori e dentro il nostro territorio.

– Spazi pubblici: disponibilità di utilizzo di spazi pubblici a sostegno di progetti di socializzazione, di reinserimento sociale, e/o a sostegno dell’avvio di attività d’impresa per donne vittime di violenza. (v. esperienza dell’Incubatore di Firenze che attraverso bandi assegna la possibilità a piccole imprese di avere una stanza, una sede fisica, un affitto basso, telefono e connessione esistente e altre risorse disponibili). (www.incubatorefirenze.it)

  • Istituzione di una “città delle donne”, una casa, o edificio, o struttura per le donne vittime di violenza con zona baby sitting, dove le donne possano studiare, imparare un mestiere, esercitare attività artigianali, attrività culturali, imparare, costruire progetti collettivi per se stesse e in funzione della comunità. Una casa del genere potrebbe essere istituita come bene pubblico, essere avviata attraverso fondi pubblici e di privati e auto sostentarsi, grazie all’attività di impresa delle stesse donne che la frequenteranno.

Proposta n. 2 : Istituzione del Pubblico Tutore per i Minori ( Garante dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza)

La vigente normativa statale non prevede l’istituzione, a livello nazionale, di un organo di tutela e promozione dell’infanzia e dell’adolescenza, nonostante ci siano diverse proposte di legge in campo, e nonostante le sollecitazioni promosse nel corso degli anni ottanta e novanta da parte degli Organismi Internazionali ( Nazioni Unite 1989, Consiglio d’Europa 1996).

Questo istituto di garanzia si sta, diversamente, sviluppando a livello regionale.

A parte il primato della Regione del Veneto, che con una politica anticipatrice degli orientamenti internazionali ha istituto già nel 1988 (L.R. 42/1988) l’Ufficio protezione e pubblica tutela dei minori.

Attualmente solo le Regioni Friuli Venezia Giulia, Marche, Lazio, Molise, Campania, si sono dotate di una legge istitutiva di quest’organo di garanzia, ed hanno dato attuazione, in tempi diversi, alla relativa legge di previsione, nominando il Pubblico Tutore/Garante dei minori e attivandone la struttura.

idvdonnetoscana@gmail.com

 

 

 

 

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: